22 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News GIALLOROSSE

QUESTIONS YELLOW AND RED: nona puntata

10-12-2014 11:20 - News GIALLOROSSE
Alessio Fuscà
Questions yellow and red, domande giallo e rosse.
Nona puntata della nuova rubrica settimanale, interamente dedicata al "mondo" A.C. Bra A.S.D., nata per conoscere il "dietro le quinte" delle nostre squadre.
Un viaggio che coinvolgerà e si avvicinerà agli Staff tecnici e ai calciatori dalla Juniores Nazionale in giù per, poi, concludersi con la Prima squadra.
Questa settimana tocca allo Staff tecnico dei Pulcini 2005 e, nello specifico, microfoni e taccuini sono tutti per Alessio Fuscà, allenatore classe 1993.

1) Come è nato il tuo legame con il Bra calcio?

"Il mio legame con il Bra è nato da quando avevo 8 anni, essendo di Bra volevo indossare i colori giallorossi, diciamo che il calcio è stata sempre la mia passione anche se non sono mai stato un fenomeno come giocatore. Le soddisfazioni che mi sono tolto con questa maglia sono tante, soprattutto l´ ultimo anno di Juniores durante il quale, il fatto di essere un gruppo molto unito, ci ha permesso di arrivare fino alle fasi finali dei regionali del campionato".

2) Nonostante la tua giovane età, sei già un mister. Cosa ti ha spinto ad allenare?

"Da 5 anni ormai, alleno i ragazzi del Bra, sono partito con l´ aiutare Sergio Fava, persona che ringrazio enormemente per tutto quello che mi ha potuto insegnare. La società aveva bisogno di un mister in seconda nella categoria ​P​ulcini e io cercavo una nuova esperienza da fare​, ​che poi si è rivelata anche una sfida con me stesso per vedere se sarei stato in grado di creare un gruppo e di trasmettere le mie conoscenze calcistiche che ho avuto il piacere di imparare proprio grazie alla società Bra. Con questo colgo l´occasione di citare e di salutare​ tre ​grandi allenatori che mi hanno fatto crescere prima come uomo e poi come calciatore come Roberto Gandolfi, Stefano Giachino e Biagio ​B​otto".

3) Parlaci dei tuoi 2005 giallorossi. Metodica di lavoro, risultati, curiosità.

"Le prime cose che insegno ai miei bambini sono l´educazione, lo stare in gruppo e l´essere affiatati l´uno con l´altro che è ciò che deve esserci sia in squadra quando siamo in campo a lottare per la vittoria e sia fuori dal campo ma soprattutto una cosa che provo ad insegnare a loro è l´umiltà perché penso sia fondamentale. Intervengo a insegnare logicamente la tecnica e un po´ di tattica facendo fare degli allenamenti basati sul divertimento, i risultati e le vittorie se arrivano sono un bene per la società ma se non arrivano non è un problema perché ricordiamoci che loro sono ancora dei bambini e per loro adesso lo sport deve essere puro divertimento! A me piace lavorare guardando al futuro, nel senso che se oggi il bambino/ragazzo è scoordinato e non è capace a colpire di testa o a calciare un pallone il mio compito è quello di trasformarlo, di renderlo capace di fare tutto ciò. La cosa bella di lavorare con i bambini/ragazzi sta proprio in questo! E a dire la verità la cosa che più mi riempie il cuore di gioia è proprio vedere la loro trasformazione e i loro miglioramenti, non è la vittoria che mi rende felice quando torno a casa ma è il fatto di aver visto in campo un bambino/ragazzo aver provato a fare quello su cui ho lavorato in allenamento con lui. Questo si che mi rende fiero".

Care amiche giallorosse e cari amici giallorossi, appuntamento alla prossima settimana!

DL A.C. Bra
Prossimi impegni

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account